Spiegazione dei metodi di estrazione dell'olio di CBD

Spiegazione dei metodi di estrazione dell'olio di CBD

Esistono diversi metodi di estrazione dell'olio di CBD. Sono tutti più o meno naturali: a base di solventi, CO2 supercritica o spremitura a freddo, è difficile orientarsi. Non preoccupatevi, c'è Mama a spiegarvelo, senza bisogno di lauree scientifiche. Ecco una spiegazione completa di come viene estratto l'olio di CBD.

Estrazione con solvente

L'estrazione con solvente consente di recuperare una grande quantità di olio. In effetti, è il metodo con la resa più elevata. Ma è anche il processo meno naturale, poiché prevede l'uso di sostanze chimiche.

Mentre altre forme di estrazione lasciano fino al 14% di olio residuo, l'estrazione con solvente recupera fino al 99% della materia oleosa. Il solvente più comunemente utilizzato è l'esano, una benzina di origine petrolchimica.

Sebbene questa tecnica sia comunemente utilizzata nell'industria alimentare, genera residui che non vengono eliminati durante la distillazione. Questo metodo è quindi il meno salutare di tutti.

Estrazione con CO2 supercritica

L'estrazione con C02 supercritico è un metodo scientifico, delicato e salutare. Nonostante il suo strano nome, questo metodo di distillazione estrae delicatamente le molecole attive presenti nell'olio.

Questo processo coinvolge gli stati gassosi e liquidi degli elementi. Quando questi due stati della materia si mescolano, si parla di stato supercritico. Gli scienziati raggiungono questo stato regolando la pressione e la temperatura.

L'uso di C02 o anidride carbonica presenta molti vantaggi. Non è tossico, rispetta l'ambiente e può essere utilizzato in diversi prodotti alimentari. In particolare, corrisponde alle bollicine presenti nell'acqua frizzante e nelle bibite.

Oltre ad essere sana e priva di emissioni tossiche, la CO2 può essere riutilizzata per le estrazioni successive. Mama consiglia quindi vivamente di verificare il metodo di estrazione prima di scegliere un olio di CBD , per assicurarsi di ottenere quello più sano.

Questo processo può essere utilizzato anche per produrre altre forme di CBD. L'estrazione con CO2 supercritica permette di ottenere concentrati di CBD in polvere, cera o resina. Può anche essere utilizzata per determinare lo spettro dell'olio: spettro completo o spettro ampio.

Estrazione per spremitura a freddo

L'estrazione a freddo è un metodo utilizzato principalmente in cosmetica. È manuale e completamente naturale. È un processo utilizzato da migliaia di anni per estrarre gli oli vegetali.

Ora meccanizzato, questo processo prevede la pressatura di tutti gli elementi della pianta di canapa: foglie, fiori e semi, utilizzando un macinino o un'altra macchina. In questo modo si preservano tutti gli elementi attivi del CBD, compresi i nutrienti.

La pianta di canapa è ricca di omega 3 e 6, il che la rende un integratore alimentare ideale. Con questo metodo il gusto e i benefici vengono decuplicati. Ma la resa rimane la meno efficace. La perdita di grasso è la più elevata tra i 3 metodi.

Non è raro che gli oli di CBD prodotti con la spremitura a freddo costino un po' di più. Anche perché i tempi di lavorazione sono più lunghi. È un metodo tradizionale che richiede grande precisione.

Per vostra informazione, la qualità dell'olio può essere influenzata dalla canapa utilizzata. È consigliabile scegliere un olio prodotto con canapa biologica e naturale. In questo modo, potrete godere di tutti i benefici dell'olio di CBD e di un prodotto sano.

Qual è il metodo migliore per estrarre l'olio di CBD?    

È ovvio che il metodo migliore per estrarre l'olio di CBD è la spremitura a freddo. Non solo conserva tutto il sapore della pianta, ma utilizza anche tutti gli elementi della pianta di canapa.

Questo processo consente di ottenere un olio di altissima qualità, che offre tutti i benefici della pianta. L' olio di CBD può essere utilizzato in fitoterapia per integrare la dieta con sostanze nutritive. 

Anche se gli oli spremuti a freddo producono prodotti di alta qualità, il metodo della CO2 supercritica non è da meno. È anche un ottimo metodo per ottenere un olio sano.

Ma è anche un buon metodo non tossico. La maggior parte degli oli di CBD viene prodotta tramite CO2 ed è di altissima qualità. Questo rende l'olio di CBD conveniente ed efficace .

Inoltre, la CO2 supercritica consente di scegliere tra un olio a spettro completo o a spettro ampio, a seconda delle esigenze. In questo modo, il THC può essere eliminato per oli adatti a determinati casi.

Torna al blog

Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.