Perché possiamo dare il CBD ai nostri animali domestici?

Perché possiamo dare il CBD ai nostri animali domestici?

Avete mai pensato di mettere qualche goccia diolio di CBD nella ciotola del vostro cane o gatto? Beh, non è un'idea così stupida come si potrebbe pensare! Il CBD può addirittura avere dei benefici per i nostri animali domestici. Perché possiamo dare il CBD ai nostri animali domestici? Ve lo spiego oggi.

Il CBD può avere un effetto analgesico e antinfiammatorio sull'animale

In primo luogo, è importante sottolineare che cani e gatti - come tutti i mammiferi - hanno un sistema endocannabinoide, proprio come gli esseri umani. I mammiferi sono quindi ricettivi a tutti i benefici del CBD, così come gli esseri umani. 

Lesioni occasionali, recupero da un'operazione, lesioni interne o esterne? I nostri animali domestici sono soggetti a dolori e infiammazioni temporanei o cronici proprio come noi. Tuttavia, è più difficile conoscere la loro soglia del dolore e sapere quando aiutarli.

L'integrazione di CBD può avere un effetto analgesico e antinfiammatorio sull'animale. Il cannabidiolo è infatti apprezzato per i suoi benefici antidolorifici. In particolare, per gli animali che soffrono di dolori cronici come l'osteoartrite, il CBD allevia l'infiammazione e favorisce la mobilità articolare. Si dice anche che il CBD sia efficace nell'alleviare i dolori muscolari degli animali, aiutandoli a rilassarsi. Si dice che aiuti a rilassare i muscoli.

Il CBD può anche essere somministrato a un animale dopo un'operazione veterinaria. Il CBD può essere utilizzato in aggiunta a un antidolorifico tradizionale, o anche come sostituto su consiglio del veterinario. 

Scoprite qui il nostro Olio di CBD per cani !

Il CBD potrebbe alleviare lo stress negli animali

Proprio come noi umani, i nostri amici a quattro zampe sono sensibili all'ambiente e ai cambiamenti che li circondano. Come noi siamo inclini allo stress e all'ansia, a volte ci sfuggono i segnali d'allarme .

Il fatto che non lo esprimano a parole non significa che gli animali domestici non subiscano i danni dell'aggressività ambientale: un trasloco, un'operazione o una visita dal veterinario, una presenza intrusiva in casa, ecc. Sono tutte cause che possono generare stress o ansia nei nostri compagni.

Lo stress e l'ansia dell'animale si esprimono naturalmente in modi diversi dai nostri: abbaio eccessivo, aggressività anormale, abbandono di feci in luoghi inappropriati, lamenti e persino fughe.

L'acquisto di CBD può essere un'alternativa naturale in questo caso, che permetterebbe all'animale di ritrovare uno stato di serenità più profondo. Infatti, il consumo di cannabidiolo influisce sul rilascio di corticosterone, un ormone direttamente collegato alla memoria - e quindi allo stato di paura ricordato.

Inoltre, il CBD può contribuire a limitare le irregolarità della frequenza cardiaca causate dall'ansia. Quindi, oltre ad alleviare fisicamente i disturbi che possono essere fonte di ulteriore stress, il CBD agisce direttamente sui sintomi dello stress nell'animale.

Scoprite qui il nostro Olio di CBD per gatti !

Il CBD può aiutare la digestione degli animali

Come ho già detto, i mammiferi hanno un sistema endocannabinoide, molti dei cui recettori sono situati nell'apparato digerente degli animali.

Inoltre, come ho spiegato in precedenza in questo articolo, i nostri animali domestici sono anche soggetti a dolori e periodi di stress e ansia che possono portare a problemi digestivi e persino a una generale inappetenza. Pertanto, lavorare sulle cause alla base dei problemi digestivi può aiutare indirettamente a risolvere questo disagio.

In alternativa, in modo più diretto, l'assunzione di CBD può aiutare la digestione degli animali. Infatti, l'olio di CBD progettato per gli animali contiene enzimi che aiutano a riavviare il sistema endocannabinoide che stimola la digestione di default.

Va poi ricordato che il cannabidiolo raggiunge l'ipotalamo al momento dell'ingestione, la cui funzione è coinvolta nell'innesco dell'aspetto motivazionale e cerebrale del mangiare. Il CBD è anche antiemetico, ovvero riduce la nausea nell'animale, come dimostrato da uno studio del 2012 che conferma che il CBD attacca i recettori che fanno scomparire direttamente la sensazione di nausea.

Infine, il CBD per animali potrebbe anche aiutare in caso di stitichezza o diarrea, ripristinando la mobilità intestinale.

Il CBD migliorerebbe quindi anche il benessere degli animali!

Abbiamo appena scoperto che il CBD migliora il benessere sia degli animali che degli esseri umani. I benefici dell'integrazione di cannabidiolo sono numerosi e possono essere applicati in vari casi: antidolorifico, antinfiammatorio, aiuto contro lo stress e l'ansia, stimolante dell'appetito e dell'apparato digerente, e così via, perché l'integrazione negli animali è, come nell'uomo, ancora in fase di studio da parte della comunità scientifica.

Naturalmente, la scelta del CBD per il proprio animale domestico deve essere attentamente valutata e discussa con il veterinario se l'animale ha particolari problemi di salute. Inoltre, se il vostro animale è già in cura, verificate con il vostro veterinario se l'assunzione di CBD può essere presa in considerazione.

Sebbene gli effetti collaterali dell'assunzione di CBD siano minimi e molto rari, gli animali possono manifestare un aumento della stanchezza, un aumento dell'appetito e una richiesta di idratazione superiore al normale.

Ricordate però che il CBD non può essere sovradosato, anche negli animali, ma per il loro benessere vi consiglio di regolare gradualmente il dosaggio di CBD somministrato.

Le quantità dipendono dalla razza e dalla taglia dell'animale, ma si consiglia il 2,5% di olio per gli animali di peso inferiore a 10 kg e il 5% di olio per quelli di peso superiore a 10 kg, in più dosi giornaliere.

Torna al blog

Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.