Olio di CBD con effetto immediato? Ecco quanto tempo impiega ad agire nell'organismo

Olio di CBD con effetto immediato? Ecco quanto tempo impiega ad agire nell'organismo

Esistono diversi modi per consumare l'olio di CBD e ogni metodo ha i suoi tempi d'azione. Mama spiega i diversi metodi e vi aiuta a distinguerli. In questo modo, potrete capire sel'olio di CBD ha un effetto immediato. E trovare il modo migliore per ottenere un sollievo efficace. 

No, gli effetti dell'olio di CBD non sono istantanei

Gli effetti dell'olio di CBD non sono istantaneiproprio come quando si assume un farmaco. Quest'ultimo ha bisogno di tempo per essere assimilato dall'organismo. Lo stesso vale per l'olio di CBD.

L'azione dell'olio di CBD dipende dal modo in cui viene consumato. in modo che agisca più rapidamente. Questo perché ogni metodo di somministrazione viene assimilato dall'organismo in modo diverso.

Se un olio viene ingerito, dovrà subire il naturale processo di digestione. Per la via cutanea, cioè attraverso la pelle, il percorso di assorbimento sarà diverso, così come per la via sublinguale (sotto la lingua).

In tutti i casi, il processo fisiologico dell'organismo e l'assorbimento dei principi attivi dell'olio rimangono invariati. Questo perché interagisce con i recettori endocannabinoidi, presenti in tutto il corpo umano.

Altri criteri possono giocare un ruolo nella velocità di azione dell'olio. Ovviamente, il dosaggio sarà un fattore importante: più è forte, più velocemente agisce. La mamma consiglia di rimanere vigili.

In secondo luogo, il peso e il metabolismo dell'individuo possono influire sul tempo di azione. Siamo tutti diversi e il nostro metabolismo, ovvero la capacità di assorbimento del nostro corpo, non è uguale per tutti.

L'interazione dell'olio di CBD con il sistema endocannabinoide

In precedenza ho parlato dei recettori endocannabinoidi. Sono gli operatori del sistema endocannabinoide. Questo sistema è simile a tutti i sistemi dell'organismo, come quello digestivo, cardiovascolare e neurologico.

Ogni sistema ha i propri recettori e le proprie funzioni, alcune delle quali sono vitali, come la respirazione o il flusso sanguigno. Il sistema endocannabinoide svolge un ruolo protettivo e benefico.

I recettori per gli endocannabinoidi sono presenti in tutto l'organismo. I recettori CB1 si trovano principalmente nel sistema nervoso, nel cervello e in tutte le connessioni nervose. Svolgono un ruolo nel preservare la memoria.

I recettori CB2 sono più diffusi in organi vitali come il fegato, lo stomaco e il cuore, e proteggono anche il sistema immunitario e quello articolare.

Questo perché il sistema endocannabinoide funziona solo a contatto con le molecole di cannabinoidi (CBD, THC, CBN, CBG, ecc.). Ogni cannabinoide ha un ruolo da svolgere per migliorare il benessere e tutti lavorano in sinergia.

È essenziale combinare alcune molecole come il CBD e il THC. Anche in quantità minime, il THC conferisce al CBD una maggiore interazione con i recettori e quindi una maggiore efficacia. Questo è particolarmente vero per l'olio di CBD a spettro completo.

Ritardi a seconda dei metodi di consumo

Ogni modalità di consumo ha i suoi tempi di intervento. Come spiegato in precedenza, esistono diversi modi di somministrare l'olio di CBD. Si può godere dei suoi benefici attraverso la pelle, per ingestione (tramite tisane) o per via sublinguale (sotto la lingua).

Il tempo medio di assorbimento del CBD attraverso la pelle è compreso tra 3 e 8 minuti. È necessario massaggiare fino al completo assorbimento della sostanza oleosa. Questo tipo di utilizzo è ideale per alleviare condizioni della pelle come eczema, psoriasi o prurito.

Se ingerito, l'olio è efficace in una bevanda calda per alleviare particolari disturbi, come emicranie o problemi digestivi. È anche un efficace antistress. Quando viene ingerito, l'olio inizia ad agire dopo 30 minuti e può richiedere fino a 1 ora per produrre il suo effetto completo.

La soluzione più popolare e più rapida è l'assunzione per via sublinguale. Mettendone alcune gocce sotto la lingua si raggiungono le ghiandole direttamente collegate al flusso sanguigno. Lasciare agire per 1-2 minuti sotto la lingua prima di deglutire.

Sotto la lingua, i cannabinoidi fanno effetto dopo 20 minuti. Questo è il metodo di consumo che rimane più a lungo nel metabolismo, poiché gli effetti possono durare fino a 6 ore.

E se non si sente nulla?

Ci sono diversi criteri da considerare quando non si sente nulla dopo l'assunzione di olio di CBD.

Innanzitutto, assicuratevi di avere il giusto dosaggio per le vostre esigenze, sia in termini di concentrazione percentuale dell'olio che di numero di gocce da somministrare. L'assunzione di olio di CBD non è necessariamente efficace la prima volta. È importante trovare il giusto dosaggio e l'equilibrio tra questi due indicatori.

Il secondo criterio essenziale è la capacità dell'olio, a seconda di come viene estratto. Un olio a spettro completo sarà molto più efficace di un olio a spettro ampio. Semplicemente perché l'olio a spettro completo contiene più cannabinoidi, compreso il THC.

Se, dopo averlo provato per un po', l'olio di CBD non dà sufficiente sollievo, esistono altre alternative a base di CBD. Nei casi più gravi, l'olio di CBD può essere utilizzato come complemento a un ciclo di farmaci. In tal caso, sarà indispensabile un rigoroso controllo medico.

È anche possibile stabilire una routine di benessere a base di olio di CBD a basso costo e altri prodotti a base di cannabidiolo, come tisane ai fiori, inalazioni con un vape o dolci. A volte è indispensabile combinare diverse soluzioni. Potete anche regolare il numero di gocce aumentando la dose la sera, prima di andare a letto.

Torna al blog

Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.